Italian English French German Russian Spanish
  

Pannelli: tecnologia&design

Se è vero che la porta definisce sempre più lo stile della casa, il carattere di chi la abita, è anche vero che è sempre più necessario poter impostare un’offerta basata sulla personalizzazione del prodotto.

Semilavorati fashion

I semilavorati, indispensabili complementi della produzione nella moderna falegnameria, coprono un settore che, nonostante la crisi del mercato, può guardare con fiducia a un futuro di sviluppo e si ripropongono in chiave “modaiola” .
Forse il termine di richiamo alla moda può apparire troppo frivolo, ma esprime bene il concetto, infatti, a quasi settantanni di attività Sipa (www.sipapannelli.com), forte dell’esperienza acquisita nella produzione di semilavorati destinati a soddisfare le industrie del legno e le falegnamerie di piccola e grande dimensione, adegua le proprie strategie alle esigenze del mercato, del design e delle politiche di sostegno dell’ambiente.
Questo è l’indirizzo perseguito con costanza e coerenza già da tempo da Corrado Soria, legale rappresentante di SP SRL, proprietaria del marchio SIPA,  oltrechè responsabile della produzione e Sergio Soria, responsabile acquisti, che hanno trasformato l’azienda di famiglia nata nel 1948, in una moderna industria del legno, caratterizzata da un elevato livello di specializzazione. Coerentemente con la nuova dimensione Sipa ha avviato anche la realizzazione di una sede più ampia, sempre nella zona di Asti; il nuovo sito produttivo avrà una superficie di circa 11.000 m² e indicativamente occuperà una settantina di addetti, attualmente l’azienda piemontese ne impiega cinquanta. La distribuzione è organizzata su tutto il territorio nazionale mentre un 25% circa del fatturato, attestato intorno ai 12 milioni di euro, è destinato all’export verso i Paesi dell’Est, la Polonia, l’Ungheria, i Paesi Baltici, la Russia, aree in cui Sipa sta allargando la propria presenza.
Il catalogo è ricco di prodotti dalle caratteristiche innovative, sempre coerenti nel prezzo, realizzati grazie allo sviluppo di progetti mirati di R&S, e l’azienda si propone alla clientela anche come partner risolutore delle problematiche legate a particolari necessità di fornitura.
Infatti, in questi anni Sipa ha sempre più ampliato la gamma dei prodotti in offerta che va dai pannelli lisci, già verniciati e pronti da tamburare per le porte interne oppure da utilizzare come rivestimento per le porte blindate ai pannelli a fibre parallele grezzi, adatti a essere impiegati anche in esterni, per finire ai tranciati lavorati in disegni sempre nuovi anche per piccoli lotti.  

Un sandwich pantografabile

Il pannello a fibre parallele destinato al settore delle blindate si presenta come un sandwich avente nella parte centrale un’impiallacciatura dello spessore di 2 mm ricoperto sulle due facce da una stratificazione a fibre parallele che, lavorate al pantografo, mettono in risalto a una determinata profondità la stessa impiallacciatura che ricopre la facciata e con le fibre disposte nella direzione della venatura del legno. Questi pannelli sono disponibili in spessori variabile da 7 a 20 mm con incollaggio melaminico da esterni e sono prodotti nelle principali specie legnose.
La linea New Look propone un pannello con supporto in legno esotico a fibre parallele impiallacciato in douglas, pino, rovere, tanganica, castagno, mogano, okumé, toulipier e ciliegio mentre la linea Classic punta su pannelli stratificati in legno esotico a fibre parallele impiallacciati in douglas, pino, rovere, tanganica, castagno, mogano, okoume, toulipier e ciliegio con uno strato interno della stessa essenza presente in superficie; l’aspetto del pannello finito è identico a quello di un pannello in legno massello, ma con caratteristiche di resistenza agli agenti atmosferici di gran lunga superiori e un’ottima duttilità nelle varie fasi di lavorazione ad un costo nettamente inferiore. I pannelli a fibre parallele Sipa sono stati certificati in seguito all’effettuazione degli accertamenti e prove previste dal Capitolo 7 par. (a),(b),(c) delle “ Norme per l’omologazione dei compensati marini” del Rina su campioni di compensati ottenuti con strati di legno sfogliato. I suddetti compensati sono stati riconosciuti idonei all’impiego in parti di imbarcazioni da diporto.

Il tranciato fa tendenza

Sono diverse le novità che Sipa propone anche nella lavorazione dei tranciati, in linea con la tendenza a elevare il valore del prodotto di legno attraverso l’offerta di particolari specie legnose e di disegni ricercati.
Il mercato si va concentrando sempre più sulle micro-commesse per prodotti di qualità elevata che consentono di realizzare comunque gli obiettivi di fatturato, ma richiedono maggiore impegno nell’organizzazione della produzione e nella ricerca di nuove soluzioni.
Noi puntiamo ad affinare sempre più la produzione e la composizione dei tranciati, ricercare e proporre nuove specie legnose, modulare i disegni sulla base delle nuove esigenze espresse dalle tendenze di design. Tutto ciò prevede l’impiego di tecnologie applicate al legno naturale che permettono di avere prodotti di alto livello, dal disegno unico, rispettose delle esigenze di salvaguardia ambientale, infatti, utilizziamo solo ed esclusivamente legno proveniente da foreste certificate.
Nell’anno 2013 è stata conseguita la certificazione FSC® e PEFC, sempre più richiesta sui mercati internazionali.
Si basa sulla “ Catena di Custodia”, che è un sistema per tracciare il materiale certificato dalla foresta al prodotto finito, fornendo così garanzia che il prodotto provenga a tutti gli effetti da una foresta certificata.
Teniamo particolarmente a sottolineare questo aspetto nel momento in cui i prodotti alternativi certo non possono vantare lo stesso basso impatto ambientale dei prodotti di legno da noi offerti; inoltre cerchiamo di indirizzare il gusto del cliente verso qualcosa di meglio e di più importante pur mantenendo un rapporto qualità-prezzo sempre coerente sia per i prodotti di alta gamma sia per quelli destinati ad applicazioni che hanno mercato nell’ambito della cantieristica.
Nell’anno 2013 è stata presentata al MADE EXPO di Milano la nuova linea ARTDESIGN, che si presenta come un sandwich, avente nella parte centrale un’impiallacciatura di spessore di due millimetri ricoperto da una  impiallacciatura che, lavorate al pantografo ad una profondità di 1 mm, permettono di ricavare decori moderni e di design.
Dal punto di vista industriale ARTDESIGN permette di produrre i tamburati da parte delle aziende non modificando il ciclo produttivo senza costi aggiuntivi di produzione.
I produttori hanno pertanto a disposizione una serie di pannelli dai costi molto interessanti, poiché con un solo tipo di prodotto possono offrire infiniti modelli di disegno avendo una grande stabilità alle deformazioni e resistenza ai difetti, quali spaccature o ritiri del legno, che possono verificarsi nel legno massello.
Di spessore variabile da 4mm a 10mm anche con incollaggio melaminico da esterni, sono prodotti nelle principali essenze legnose anche tinte in vasca.
ARTDESIGN è  una nuova linea di componenti che ridisegna la concezione stessa dell’abitare.
La personalizzazione dello stile mediante una gamma di modelli estremamente eclettici unitamente alla qualità dei materiali e alla ricchezza dei dettagli,combinano perfettamente la naturalezza del legno e il design anche con particolari lavorazioni dell’impiallacciatura, in linea con la tendenza a elevare il valore del prodotto di legno attraverso l’offerta di inusuali specie legnose e di disegni ricercati.
I  pannelli SIPA sono costruiti con una tecnologia particolare che evita torsioni sul piano longitudinale e trasversale con un occhio di riguardo alla qualità che ne garantisce la stabilità nel tempo.                                                     
Nell’anno 2012 è stato presentato un nuovo prodotto denominato Direct Printing.
Direct Printing
viene prodotto mediante stampa a base acqua con effetto legno effettuato con tecnologia Rolling realizzato con una speciale linea di verniciatura.
E’ l’impianto più completo che esiste in Italia, in quanto oltre alla verniciatura e laccatura, ha la possibilità di effettuare stampe in ben 20 disegni diversi.
La ditta fornitrice dell’impianto è la Cefla Group, azienda leader nel settore.
L’impianto fornisce in ogni condizione di funzionamento i migliori risultati qualitativi e quantitativi anche per pezzi non perfettamente piani, in quanto ogni macchina è dotata di “inviti” dove il pannello viene perfettamente bloccato per essere lavorato.
Questa linea permette di lavorare sia con vernici acriliche UV che all’acqua
L’applicazione è su pannelli base MDF e la verniciatura è fatta in 3 fasi per garantire maggiore durata e resistenza. Una speciale pellicola adesiva assicura una protezione del pannello in tutte le fasi di lavorazioni successive.
Proposto in molti decorativi, il Direct Printing è un prodotto decisamente economico, contraddistinto dalla qualità SIPA. Il vantaggio fondamentale è la possibilità di produrre anche lotti piccoli con tinte a campione anche su pannelli tamburati